Showroom a Lecco

Scopri come raggiungerci

+39 0341 366444

Contattaci per una consulenza

Lun-Ven: 8-12 | 14-18

Sabato: 8-12

Il Codice Colore 🔵🟢🟡🔴

IL CODICE COLORE

Molto spesso i diversi colori dei vari panni per le pulizie vengono scambiati semplicemente per una idea “simpatica” delle case produttrici.

In realtà è un vero e proprio codice (come il codice della strada) che in questo caso non parla di precedenze e cartelli stradali, ma si occupa di organizzare e diversificare i detergenti e le attrezzature che vengono utilizzate nello svolgimento delle operazioni di pulizia.

Oltre a una questione di igiene (forse pulire il piano della cucina con lo stesso panno che è stato usato per il wc non è il massimo…) è naturalmente anche una questione di organizzazione del lavoro per una maggiore efficienza.

Ecco quali sono i vantaggi dall’uso del codice colore:

  1. Prima di tutto la prevenzione della contaminazione incrociata
  2. La differenziazione per colore rende più semplice la separazione delle varie attrezzature e dei prodotti nelle rispettive aree d’utilizzo.
  3. In questo modo si eviterà di utilizzare in cucina gli stessi prodotti che si utilizzano in bagno eccetera, riducendo la contaminazione batterica da zone ad alto rischio a zone a basso rischio, con un conseguente miglioramento del livello d’igiene e di salute degli occupanti del locale.
  4. Utilizzo scorretto dei prodotti chimici
  5. La riduzione del trasferimento di sostanze nocive è alquanto importante se pensiamo al rischio di utilizzare su un piano di marmo lo stesso panno che abbiamo precedentemente usato in un bagno dove con molte probabilità avremo impiegato un prodotto acido. Non serve un genio per prevedere gli effetti di un acido (prodotto anticalcare) su un marmo (roccia calcarea).
  6. Conservazione dell’arredo e dei beni immobili
  7. Riducendo il rischio di danneggiamento di mobili e superfici, chiaramente ne allungheremo la vita (in termini di durata).
  8. Migliore formazione, comunicazione e professionalità
  9. Allo stesso modo del codice della strada, che permette a tutti gli automobilisti di seguire le medesime regole creando una sinergia (per esempio tutti sanno che si deve tenere la destra, altrimenti se ognuno facesse di testa sua immaginatevi cosa succederebbe!!); anche nel settore delle pulizie il codice colore permette di organizzare meglio il lavoro, dividendo le aree di azione e facendo apparire gli operatori più professionali anche agli occhi del cliente stesso.
  10. Inoltre consente una migliore e più rapida verifica del lavoro da parte del capo cantiere o del titolare.
  11. Maggiore sicurezza sul lavoro
  12. Riducendo il rischio di incidenti derivati dall’uso scorretto dei prodotti chimici, automaticamente si aumenterà il livello di sicurezza degli operatori (ed eventualmente anche delle persone di passaggio mentre sono in corso le pulizie).
  13. Ricordo che una volta per via dell’utilizzo di due prodotti chimici con due pH opposti, è stata scatenata una pericolosa reazione chimica all’interno di un centro commerciale in orario di apertura al pubblico ed è stato evacuato per via dei fumi tossici. Pensate che quell’impresa di pulizie stia ancora lavorando nello stesso settore?
  14. Maggiore controllo sui consumi
    Usando un corretto sistema di catalogazione dei propri prodotti e attrezzature si otterrà una maggior monitorizzazione dei prodotti a magazzino, quelli utilizzati maggiormente eccetera.
  15. Gli operatori perderanno meno tempo alla ricerca del prodotto corretto da utilizzare.
  16. Rapidità e facilità d’inserimento di nuove risorse
  17. Se stai leggendo questo articolo significa che possiedi un’impresa di pulizie, quindi saprai meglio di me quanto tempo, pazienza e tolleranza sono necessarie ogni qualvolta devi assumere e inserire un nuovo collaboratore.
  18. Adesso pensa a quanto sarebbe più semplice e soprattutto più rapido se nella tua impresa utilizzassi un sistema di codice colore.
  19. Grazie alla divisione delle aree, per il nuovo operatore sarà sufficiente sapere che i prodotti e attrezzature rossi dovranno essere usati nel bagno, eccetera, senza dover per forza ricordarsi i nomi dei detergenti e la loro composizione chimica.

Come utilizzare il CODICE COLORE

L’utilizzo del sistema CODICE COLORE è molto semplice, ma risulta realmente efficace solamente se vengono applicati alcuni punti fondamentali:

Semplicità: occorre limitare il numero di colori utilizzati a quelli realmente necessari per evidenziare i punti critici, dove è presente un reale rischio di contaminazione crociata. Troppi colori possono creare il rischio di confusione da parte degli operatori;

– Coerenza: l’associazione del colore alla relativa area deve essere fatto valutando un possibile collegamento tra colore e settore. Ad esempio in caso di aziende alimentari il rosso è facilmente riconducibile alla carne fresca, il bianco al latte, il giallo al grano, ecc…

Univocità: ogni area deve utilizzare un solo colore per le diverse attrezzature ai fini di evitare confusione. Ad esempio se un’area è contrassegnata dal colore verde, sia gli attrezzi per la pulizia (scope, spazzole, manici) sia l’abbigliamento monouso (grembiuli, cuffie, coprimaniche, copriscarpe) dovranno essere di colore verde.

Comunicazione: è fondamentale formare il personale sulle procedure del sisema CODICE COLORE, affinchè esso possa autonomamente comprenderlo senza equivoci. Sarebbe molto utile preparare una piantina dell’appalto divisa per aree con indicati i vari colori.

Organizzazione: tutte le attrezzature devono essere organizzate in appositi spazi suddivisi per colore e facilmente individuabili, ad esempio gli armadietti contrassegnati dal colore blu conterranno solo le attrezzature di tal colore.

IL CODICE COLORE:

La seguente è un’interpretazione nazionale del codice colore, non è vincolante, nel senso che se tu preferisci (per le tue ragioni) legare un colore a un altra area, potrai farlo. L’importante è utilizzare sempre lo stesso codice colore in tutti gli appalti (onde evitare creare confusione) e che gli operatori siano ben informati.

ROSSO

 Viene utilizzato generalmente nelle toilette e negli orinatoi.

VERDE

 Pulizia delle superfici in ambito ospedaliero (sala operatoria) o alimentare (cucina)

GIALLO

 Pulizia delle superfici dei sanitari, bagno, lavabo, piastrelle

BLU

 Pulizia generale delle superfici e arredo (pavimenti, mobili, ecc) 

Potrebbe interessarti anche
carrello pulizie professionale: modelli disponibili

Come scegliere il carrello per pulizie migliore

Attrezzature con secchi per lavaggio pavimenti professionale: guida alla scelta I carrelli per pulizie professionali sono una delle attrezzature indispensabili per chi ha il compito

pulizia moquette con lavamoquette

Come lavare la moquette?

Qual è il modo più corretto per effettuare la pulizia e il lavaggio delle superfici con rivestimento in moquette? E quali le macchine da utilizzare per farlo al meglio senza rovinare i tessuti? Scoprilo in questo articolo.

Richiedi un preventivo

Richiedi una consulenza gratuita e senza impegno

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.